Opera Francescana dei Regni italici
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Opera Francescana dei Regni italici


 
IndiceRegistratiAccedi
Ultimi argomenti attivi
» arrivo di angelica
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyMer 10 Set 2014, 15:53 Da Aella

» Arrivo di Fuego2806
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyGio 29 Mag 2014, 12:20 Da Fuego2806

» Hanno bussato...
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyMar 01 Apr 2014, 20:09 Da Franciscus Bergoglio

» Victoria de Ciccis Sforza in visita
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyDom 16 Mar 2014, 07:47 Da Franciscus Bergoglio

» arrivo al monastero
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyGio 13 Mar 2014, 11:18 Da benedetta

» arrivo al monastero
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyGio 13 Mar 2014, 08:40 Da Franciscus Bergoglio

» - 3 - Esempio di Programma Municipale di Modello Francescano
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyGio 26 Set 2013, 15:57 Da Franciscus Bergoglio

» - 2 - Il codice politico dei Cappuccini
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyGio 26 Set 2013, 15:48 Da Franciscus Bergoglio

» - 1 - Il Terziario Francescano
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyGio 26 Set 2013, 15:42 Da Franciscus Bergoglio

arrivo di angelica
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyMer 10 Set 2014, 15:53 Da Aella
Padre franciscus! eccomi.. scusa ma le vacanze sono stateimpegnative, mi puoi spiegare dove devo andare per il mio corso?

Commenti: 0
arrivo al monastero
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptyMer 12 Mar 2014, 22:36 Da benedetta
Buonasera Padre sono arrivata.... se posso essere d'aiuto ci sono
Benedetta.

Commenti: 1

 

 Lettera al consiglio cittadino di San Miniato

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Franciscus Bergoglio
Abate SUperiore
Abate SUperiore
Franciscus Bergoglio


Messaggi : 1071
Data d'iscrizione : 27.04.13
Età : 51
Località : Italia

Lettera al consiglio cittadino di San Miniato Empty
MessaggioTitolo: Lettera al consiglio cittadino di San Miniato   Lettera al consiglio cittadino di San Miniato EmptySab 22 Giu 2013, 11:44

Franciscus era passato nell’ufficio del tribuno a controllare la registrazione del nuovo giovane Zannabianche che si era iscritto alla mensa e decise di passare in Consiglio per lasciare una lettera…

Entrato nella sala, lasciò la lettera e quindi, dopo aver fatto scorrere lo sguardo sulle sedute del Sindaco e cconsiglieri, con gli occhi appena velati, si volse e uscì diretto al Convento!

Nella lettera aveva scritto:


Citazione :
Carissimo Sindaco Mephisto, carissimo/a futuro sindaco/a, carissimi consiglieri
come ormai tutti sappiamo, ho ricevuto indicazioni di dovermi trasferire quale sacerdote al servizio della comunità di Massa e lunedì provvederò a lasciare San Miniato alla volta della città assegnatami…

Nei giorni scorsi ho visto e letto con attenzione e partecipazione ogni intervento che è stato fatto e spero di non essermene perso nessuno…
Ora ovviamente prendo la parola ed esprimo quello che sento e penso.

Innanzitutto vorrei chiedere a tutto il consiglio e poi lo farò con la cittadinanza, a riflettere su un fatto:
lo scorso 3 giugno quando venni ordinato sacerdote, ero cosciente dei voti e delle promesse che facevo e sapevo fin da quel momento che avrei, prima o poi, dovuto lasciare questa meravigliosa città.
Un pastore, un sacerdote tanto più un frate come sono io, porta nel cuore un piccolo grande dolore: sa che tutto il mondo è la sua casa, sa che tutte le persone della “familias” gli sono parenti e familiari, sa che tutti gli amici sono e restano tali, ma lui appartiente all’Altissimo Onnipotente…

La Chiesa, fatta di uomini e donne, cerca imperfettamente di perseguire e realizzare progetti e impegni a favore di valori come quelli dell’Amicizia Aristotelica, del servizio alla città e al mondo, e cerca di farlo meglio che può…
Ma siamo uomini, non siamo dei e Dio Onnipotente non ci chiede di esserlo, ma di confidare nel suo Amore per noi, un amore che trascende e supera ogni amore umano.

Il 3 giugno io mi sono affidato e fidato di questo amore e contemporaneamente al servizio in questa città, ho assunto la decisione di essere frate francescano cercando il contatto con l’ordine francescano, ma altresì ricevendo accoglienza nel noviziato cistercense in attesa di poter passare poi a quello francescano. Questo per poter essere di aiuto e sostegno all’Abbazia di Fornovo e allo stesso tempo per accrescere la mia conoscenza della nostra fede per servire meglio l’Altissimo e poter camminare nel cammino di Virtù che tutti abbiamo innanzi. 

Ora mi è chiesto di prendermi cura di un altro gregge, di altre persone che sono senza pastore e senza guida, e questo impegno è per me come linfa e forza che mi porta avanti nella vita.
Qui a San Miniato voi tutti avete, chi in un modo, chi in un altro, collaborato e sostenuto le mie idee e il mio progetto e, scusate se mi permetto, e dovrete continuarlo e tenerlo vivo in mia assenza. Io ritornerò spesso a farvi visita e a curare le attività che ancora tengo qui almeno fino al momento in cui non sarà tutto pronto per un adeguato passaggio del testimone.

Se infatti la decisione della mia partenza è stata improvvisa e inaspettata, nessuno mi toglie il diritto/dovere di fare in modo che un progetto sano e costruttivo per la città resti in piedi e prosegua, magari di pari passo a quello nuovo che nascerà a Massa! A voi quindi prepararvi a raccogliere il testimone…

E come tutti sanno, in questa staffetta si deve correre e sono certo che qui ci saranno persone che vorranno correre e che quando mi raggiungeranno prenderanno il testimone e proseguiranno ben oltre dove io sono arrivato!

Ma per dare a tutti il segno di come il progetto non è lasciato alla deriva, ecco che vi lascio un segno tangibile di come San Miniato potrà mantenere vivo lo spirito del mio progetto: avrete modo di trovare nel mio convento-monastero un luogo di contatto e confronto che spero presto potrà crescere e diventare strumento di crescita non solo nella fede della nostra chiesa, ma soprattutto per la crescita personale di ognuno.

Chi lo vorrà potrà chiedere di diventare Terziario del Monastero, ossia laico che si impegna a portare avanti il progetto e soprattutto condividendo lo spirito del Santo Francesco di cui mi pregio portare il nome e il povero e umile saio!

Entrate nel Convento Sancti Damiani e fate come se foste a casa Vostra!!!

_________________
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato 116nfr5
Torna in alto Andare in basso
https://sfrancescogenova.forumattivo.it
 
Lettera al consiglio cittadino di San Miniato
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Opera Francescana dei Regni italici :: Eremitaggi Francescani :: Conventus Sancti Damiani - SAN MINIATO :: Convento San Damiano-
Vai verso: